DIRETTIVA 2014/68/UE "PED"

DIRETTIVA PED 2014/68/CE per le attrezzature a pressione

Nel contesto del Mercato Unico Europeo, per favorire la libera circolazione di prodotti come le attrezzature in pressione, nel 1997 fa la sua comparsa La Direttiva 97/23/C relativa agli Apparecchi a Pressione, conosciuta come PED, con l'intento di armonizzare in un unico testo di riferimento le diverse leggi nazionali degli stati membri. In Italia il Decreto Legislativo n° 23 del 25/02/2000 recepisce la Direttiva Europea e stabilisce, per tutte le aziende coinvolte, l’obbligo ad uniformarsi ad essa entro il 2002, mantenendo, di fatto, un doppio regime fino a quella data

La direttiva ha come scopo quello di disciplinare e garantire il rispetto dei requisiti essenziali di sicurezza (RES), specificati nell'Allegato I, relativi alla progettazione, fabbricazione e collaudo delle attrezzature e degli insiemi soggetti a una pressione massima ammissibile PS maggiore di 0.5 bar che devono poi riportare la marcatura CE, seguita dal numero di notifica dell'Organismo Notificato.


Nel 2014 viene emanata la nuova Direttiva 2014/68/UE che porta degli aggiornamenti alla precedente 97/23/CE. Sebbene non si assista a cambiamenti di rilievo rispetto alla precedente Direttiva, le differenze riguardano principalmente la classificazione dei fluidi richiamate in precedenza dalla Direttiva 67/548/CEE e sostituita dal Regolamento CE 1272/2008 (LCP).

Altre differenze si riscontrano nella denominazione relativa alle procedure di valutazione della conformità.

Infine parte delle modifiche riguarda la tracciabilità degli scambi commerciali con l’attribuzione di responsabilità ai vari operatori economici coinvolti.


ITEC, con la sua ampia gamma di servizi, è in grado di fornire alle azienda quanto previsto dalla Direttiva PED nel campo della certificazione di prodotti e componenti a pressione, personale e processi.


La direttiva PED riguarda il prodotto come sistema complesso andando a valutare le sue componenti i materiali che lo costituiscono, e esaminando anche i processi e il personale impiegato nella sua realizzazione.


Per questo ITEC è in grado di certificare tutti i processi integrati con quanto previsto dalla Direttiva PED:


  • Qualifica e approvazione dei procedimenti di saldatura/brasatura secondo le specifiche norme tecniche di riferimento.
  • Qualifica e approvazione del personale addetto alle giunzioni saldate e/o brasate secondo le specifiche norme tecniche di riferimento.
  • Qualifica e approvazione del personale addetto ai controlli non distruttivi secondo le norme la UNI EN ISO 9712, SNT TC-1A
  • Prove meccaniche ed analisi per la valutazione del controllo qualità delle caratteristiche chimiche, chimiche/fisiche dei materiali, nonché i servizi di taratura strumenti e prove non distruttive,in conformità alle normative vigenti.
  • Training Formativi e Convegni in approfondimento a specifiche esigenze tecnico- legislative