CERTIFICAZIONE F-GAS IMPRESA

Il DPR 43/2012 prescrive a tutte le imprese con personale addetto all’installazione, manutenzione o riparazione di impianti contenenti taluni gas a effetto serra, di essere in possesso di specifica certificazione rilasciata da un Organismo di Certificazione Accreditato. L’obiettivo è quello di armonizzare a livello europeo le modalità di intervento e le competenze degli operatori del settore per contenere le emissioni di gas serra.

La certificazione delle imprese F-GAS, la cui durata è di 5 anni, è obbligatoria per tutte le aziende che operano con i gas fluorurati a effetto serra ai sensi dei Regolamenti Europei 303/2008 e 304/2008. .

Le normative e i regolamenti di riferimento prevedono che la certificazione debba essere conseguita dalle imprese che:

  1. - impiegano personale certificato in numero adeguato per gestire il volume d’attività oggetto di certificazione (almeno 1 operatore certificato per ogni 200.000 euro di fatturato legato all’attività F-Gas;
  2. - dimostrano di operare in conformità a quanto previsto nel “Piano della Qualità”, documento aziendale che definisce le informazioni procedurali e organizzative (mezzi, personale, strumenti e attrezzature, manuali, procedure, registrazioni, ecc.) per svolgere le attività oggetto di certificazione.

Le imprese devono obbligatoriamente registrarsi in via telematica nel “Registro Telematico Nazionale delle Imprese e delle Persone Certificate”, istituito dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, e gestito dalle Camere di Commercio Territoriali. Il Registro Telematico Nazionale delle Imprese e delle Persone Certificate garantisce che le imprese operanti sul territorio rispondano ai requisiti professionali inerenti le norme e i regolamenti tecnici nazionali e internazionali.

ITEC ha riunito attorno a sé un EXPERTS TEAM scelto tra i migliori professionisti operanti in un mercato già di per sé altamente competitivo, in modo da offrire alle aziende servizi di Auditing per la certificazione che rispondano in maniera efficace alle innovazioni normative e del mercato. Solo così la certificazione delle nostre azienda sarà un vantaggio competitivo e non un onere fine a se stesso.