OPERATORI GAS FLUORURATI (F-GAS)

Il nuovo DPR 146/2018 definisce l’obbligo di certificazione a tutte le imprese che intendono svolgere attività di installazione, riparazione, manutenzione, assistenza o smantellamento di apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria, pompe di calore e apparecchiature di protezione antincendio contenenti gas fluorurati a effetto SERRA.

La certificazione F-gas, quindi, ti permette di operare in tutta sicurezza secondo le norme previste.

La certificazione aziendale consente di avere un valore aggiunto indiscusso, di cui si ha evidenza nella visura camerale e nell’elenco pubblico delle imprese certificate. Questo indubbiamente permette di avere un vantaggio sulla concorrenza ed essere preferiti dai clienti, fornitori e collaboratori in fase di scelta. Solo le aziende certificate, infatti, potranno d’ora in avanti avere accesso all’acquisto di refrigerante e potranno “caricare” impianti ed interventi nei nuovi Registri elettronici nazionali (Banca Dati F-GAS) gestiti dalle Camere di Commercio. Essere certificati è sinonimo di qualità e competenza, di ritorno d’immagine e soprattutto di ritorno economico.

Il DPR 146/2018 prescrive a tutte le imprese con personale addetto all’installazione, manutenzione o riparazione di impianti contenenti taluni gas fluorurati ad effetto serra installate su apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria, pompe di calore di essere in possesso di specifica certificazione rilasciata da un Organismo di Certificazione Accreditato. L’obiettivo è quello di armonizzare a livello europeo le modalità di intervento e le competenze degli operatori del settore per contenere le emissioni di gas serra.

La certificazione delle imprese F-GAS, la cui durata è di 5 anni, è obbligatoria per tutte le aziende che operano con i gas fluorurati a effetto serra ai sensi dei Regolamenti Europei 2015/2067 .

Le normative e i regolamenti di riferimento prevedono che la certificazione debba essere conseguita dalle imprese che: - impiegano personale certificato in numero adeguato per gestire il volume d’attività oggetto di certificazione (almeno 1 operatore certificato per ogni 200.000 euro di fatturato legato all’attività F-Gas;
- dimostrano di operare in conformità a quanto previsto nel “Piano della Qualità”, documento aziendale che definisce le informazioni procedurali e organizzative (mezzi, personale, strumenti e attrezzature, manuali, procedure, registrazioni, ecc.) per svolgere le attività oggetto di certificazione.
Le imprese devono obbligatoriamente registrarsi in via telematica nel “Registro Telematico Nazionale delle Imprese e delle Persone Certificate”, istituito dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, e gestito dalle Camere di Commercio Territoriali. Il Registro Telematico Nazionale delle Imprese e delle Persone Certificate garantisce che le imprese operanti sul territorio rispondano ai requisiti professionali inerenti le norme e i regolamenti tecnici nazionali e internazionali.

Quali sono i Vantaggi

    Garantire il prodotto/servizio: consente di acquisire più credibilità e trasparenza verso i mercati di riferimento ed incrementare le relative vendite;
    Valore aggiunto: chi è certificato lavora nella legalità e per questo sarà sempre avvantaggiato, valorizzato e scelto come fornitore/ collaboratore da aziende private nazionali o internazionali che richiedono la certificazione come requisito obbligatorio o preferenziale;
    Appalti pubblici: la certificazione è necessaria per la partecipazione a gare ed appalti pubblici;
    Nuovi mercati: dà la possibilità di entrare in nuovi mercati che fino a prima della certificazione non potevano essere considerati;
    Fidelizzare il cliente: permette di aumentare la soddisfazione del cliente;
    Acquisto F-Gas: opportunità di acquistare liberamente e in modo responsabile F-gas che solo un tecnico certificato può manipolare.
Costi generali da tenere in considerazione:

È importante sottolineare che i costi reali relativi alla certificazione non riguardano il solo rilascio del certificato (costi sostenuti con Itec), ma si riferiscono anche a tutte le fasi preliminari (svolte in autonomia dal cliente) necessarie ad ottenerlo:

    Consulenza
    Gestione della documentazione
    Idonea strumentazione in possesso di adeguati certificati relativi alla riferibilità metrologica
    Certificato rilasciato dall’Organismo di Certificazione
    Costi di mantenimento annuale
Come ottenere la certificazione. L’azienda che vuole certificarsi deve come prima cosa fare l’analisi dei seguenti aspetti:

    organigramma e/o mansionario
    colloquio con responsabili/tecnici
    attività operative specifiche svolte e/o istruzioni operative in ambito delle attività F-Gas
    verifica di tutti i processi aziendali e corrispondenza con la normativa F-Gas
    formazione del personale e relativa certificazione (patentino F-Gas personale)
    gestione delle attrezzature e loro manutenzione/taratura
    rapporti di intervento
    verificare il campo operativo dell’azienda nel settore e scegliere uno dei moduli di certificazione: sola installazione, installazione e attivazione dell’impianto oppure attività completa (da installazione, manutenzione, riparazione a recupero e smantellamento impianto).
L’iter di certificazione

    Verifica iniziale da parte dell’ente di certificazione presso la sede del cliente
    Rilascio del certificato (durata 5 anni)
    Verifica documentale annuale di mantenimento del certificato